Otoplastica

  

Otoplastica-03L'otoplastica è l'intervento per la correzione delle cosiddette “orecchie a sventola”. Ha finalità prettamente estetiche, in quanto non interessa e non compromette in alcun modo la funzionalità dell'organo uditivo. Si tratta di un’operazione relativamente semplice, che implica una convalescenza breve e porta rapidamente ad un risultato visibile e duraturo.

Essendo le orecchie prominenti spesso oggetto di derisione, soprattutto in tenera età, tale trattamento chirurgico risulta particolarmente indicato in età prescolare, anche se può essere effettuato a qualunque età. L'inestetismo delle orecchie a sventola deriva da una particolare forma del padiglione auricolare, da attribuirsi ad una malformazione congenita della cartilagine auricolare, che può essere data dall'ipertrofia della conca o dalla mancanza della piega dell'antelice, cioè il margine ripiegato dell'orecchio, inesistente nel 70% dei casi di orecchie a sventola.

Queste due alterazioni possono anche essere associate.

Profiloplastica-03

La correzione chirurgica di queste anomalie si ottiene dunque modellando e riavvicinando la cartilagine. L'intervento si esegue in anestesia locale in regime di Day Hospital e consente un’immediata ripresa post-operatoria. Viene applicata per un paio di giorni una medicazione modellante e lievemente compressiva intorno al capo, per proteggere i padiglioni auricolari e attenuare gradualmente il gonfiore.

Un transitorio indolenzimento, risolvibile con la somministrazione di comuni analgesici, è normale evenienza. Alla rimozione della fasciatura il paziente potrà riprendere le attività ordinarie. Le suture vengono rimosse ambulatorialmente dopo 6-8 giorni. Le complicanze sono rare e sono eventualmente rappresentate dalle infezioni, che rispondono positivamente ad una terapia antibiotica, e gli ematomi.