Body Contouring (Liposcultura)

 

Il Body Countouring  è un metodo chirurgico che consente di rimuovere in modo selettivo e definitivo le adiposità localizzate profonde, ossia i cosiddetti cuscinetti di grasso, presenti in eccesso a livello di diverse zone del corpo, recidivi alle diete e ad altre soluzioni terapeutiche. Questo intervento pone le sue basi primarie sul principio biologico fondamentale che il grasso del pannicolo sottocutaneo una volta eliminato mediante aspirazione non si riforma più! Viene effettuato un vero e proprio rimodellamento chirurgico della silhouette, che richiede rigore nell'esecuzione e senso delle proporzioni e pertanto molta esperienza. La lipoaspirazione provoca una complessa risposta infiammatoria dei tessuti sottocutanei ed il risultato estetico ottimale dipende, oltre che da un'ottima tecnica chirurgica, anche da un'accurato post-operatorio, che aiuti la formazione ed il rimodellamento della matrice connettivale. In particolare risultano molto importanti i massaggi e il linfodrenaggio eseguiti a partire dal 10°/12° giorno post-operatorio. 

Le sedi delle adiposità localizzate suscettibili di correzione chirurgica mediante lipoaspirazione sono:
- sottomentoniera (doppio mento)
- brachiale
- addominale e sovrapubica
- fianchi
- regione trocanterica (culotte de cheval)
- glutei
- parte interna delle cosce e ginocchia
- gambe e regione sovramalleolare (assottigliamento delle caviglie)
L'intervento viene eseguito in anestesia locale con sedazione, se l'area da trattare è minima, anestesia peridurale o generale per le adiposità più estese. L'accesso chirurgico prevede piccole incisioni cutanee di 3-4 mm a livello delle zone da trattare, posizionate in pieghe cutanee naturali e pertanto destinate a diventare praticamente invisibili. Attraverso questi accessi viene aspirato il grasso in eccesso mediante l’uso di cannule. Nell'immediato post-operatorio è applicato un bendaggio elastico compressivo e modellante, sostituito dopo 8 giorni circa, alla rimozione dei punti di sutura, con una calza a compressione graduata o una guaina che permetta il perfetto adeguamento della cute al nuovo contorno e la riduzione delle ecchimosi, destinate in genere a scomparire in 15-20 giorni. Nell’arco di pochi giorni e comunque alla rimozione delle fasce elastiche, il paziente può riprendere le sue normali attività. Tra le possibili complicanze, per la verità molto rare, vanno citati gli ematomi non riassorbiti, irregolarità cutanee, asimmetrie, infezione, necrosi.

Il risultato, pur apprezzabile fin dai primi tempi, si evidenzia in non meno di due mesi ed è destinato a migliorare ulteriormente, fino a stabilizzarsi in circa 6 mesi. 

La lipoaspirazione può anche essere effettuata in associazione con altri approcci chirurgici:
- nel lifting facciale, per eliminare il grasso del doppio mento, del collo e delle guance 
- nella chirurgia estetica del seno, quando sul prolungamento ascellare è presenteun’adiposità che dal seno va verso il braccio 
- nella chirurgia addominale, per assottigliare i fianchi
- nel lifting delle cosce.

L'aspirazione di rilevanti quantità di tessuto adiposo, grazie alle nuove tecniche meno invasive, ormai non comporta più problemi. L'obesità è una condizione che oggigiorno causa un notevole disagio psicologico, oltre che essere un problema metabolico con complicanze mediche spesso serie.  Molte persone si sottopongono a programmi di restrizioni caloriche talora inadeguate, eccessive e spesso troppo rapide per conseguire cali di peso che spesso vengono recuperati in breve tempo lasciando alcune volte il segno (la pelle spesso non si adatta alla riduzione di massa adiposa restando in eccedenza).
In molti casi lo stimolo a proseguire un programma dietetico in queste persone è dato dall'acquisizione di un risultato rapido come quello chirurgico (già dopo una settimana la paziente può constatare il brusco cambiamento di silhouette) e questo porta a mantenere il risultato ottimizzandolo attraverso un corretto programma ipocalorico implementato dall’attività fisica. Le condizioni di salute e i parametri ematochimici per le persone che intendono sottoporsi a questo intervento devono essere nella norma e l'intervento che ha un recupero leggermente più lungo porterà ad una notevole soddisfazione nell'arco di 6-8 mesi.
Infatti l'immediata alterazione della composizione della massa corporea in un ridottissimo arco di tempo conseguente a questi interventi, ha permesso di evidenziare la correlazione tra l'importante riduzione percentuale del tessuto adiposo ed altri parametri ematici e metabolici, fondamentali nel trattamento del sovrappeso e delle grandi obesità.